Gli indispensabili in viaggio

L’attesa dell’andare in vacanza è sempre una troppo lunga… ma prima di partire nessuno si può esimere dal … fare la valigia!
Si inizia sempre dal fare una lista di cosa portare e non dimenticare, ma quali sono quegli oggetti davvero indispensabili, quelli che poi a metà vacanza ci si pente di aver lasciato a casa?
Si’ perché alcuni oggetti si possono comprare un po’ ovunque, come biancheria di ricambio e magliette, ma alcune cose è sempre meglio averle con se sin dall’inizio per essere certi di non essere colti impreparati.
Essenziale partire con un’altra valigia di tela pieghevole perché non si sa mai cosa si puo’ trovare che ci vogliamo riportare indietro di ricordo. Sempre in tema di ricordi, è importante portarsi dietro un taccuino dove segnare posti, luoghi, emozioni ed esperienze, ma anche nomi e indirizzi di posti interessanti da segnalare ad amici al ritorno a casa. Indispensabile una macchina fotografica compatta che riesca ad immortalare ogni momento saliente e divertente di ogni avvenutura.. certo che adesso la maggior parte dei nostri smartphones sono in grado di fare delle belle foto, ma il fascino della macchina foto quello non riescono a toccarlo. Parlando di telefono, mai dimenticare il caricatore – quello ovvio, ma anche mai dimenticarsi l’adattatore di presa universale e se possiamo portarci con noi un caricatore solare non è una cattiva idea, soprattutto se sappiamo di andare in posti dove per parecchio tempo non riusciremmo a trovare corrente elettrica.
Nel viaggiare tanto mi sono resa conto della necessità di avere un portadocumenti compatto dove tenere tutto l’essenziale per il viaggio in aereo, che abbia anche delle tasche “nascoste” dove tenere valuta etc e biglietti per i futuri aerei o treni. Importante che tale portadocumenti sia richiudibile, non si sa mai che nella fretta esso cada per terra e non chiuso bene anche tutti i nostri documenti etc facciano la stessa fine.
Fedele compagno di viaggio degli ultimi anni oramai è diventato lui… l’ebook! che sia Kindle o di altra marca poco importa…ma la comodità di avere libri a portata di mano e di occhi senza il peso degli stessi è un lusso a cui adesso non posso piu’ rinunciare. Si deve pero’ essere comodi, il più possibile, quando si viaggia, e qui che non posso lasciare a casa cuscini, maschere per dormire, sciarpe per combattere l’aria condizionata a 1000 che in alcuni posti si ostinano a tenere, a volta anche sull’aereo stesso.
Ultime chicche: coltellino svizzero  – sempre che ce lo facciano passare nel bagagliaio a mano in aeroporto – controllare sempre prima e il kit per cucire… sembra inutile ma ago e filo sono necessari quando uno meno se lo aspetta e possono davvero fare la differenza! Intramontabile da portarsi dietro è una K-way con tantissimi ricordi di quando eravamo piccoli, ma essa è sempre fedele e sempre utile, la pioggia può essere proprio dietro l’angolo e non possiamo essere colti impreparati.